L’Associazione i-Gea si occupa della riscoperta e valorizzazione del rapporto tra l’uomo e la natura.

A partire dall’evocazione di Igea, dea greca della salute e del benessere dell’individuo, nella denominazione che abbiamo scelto “i” è relazione, interconnessione, uno=tutti; “GEA” è la terra, origine, valore primario, il posto a cui tornare per ritrovare se stessi. 

L’intento della nostra associazione culturale è il risveglio delle coscienze per uno stile di vita sostenibile, in una visione eco-centrica in cui l’uomo non si pone più al centro dell’universo ma convive in armonia con tutti gli altri esseri vegetali e animali.

i-Gea coinvolgerà i suoi associati in eventi, iniziative, seminari e incontri, apparentemente eterogenei ma tutti sotto i valori universali dell’inclusione, del rispetto per gli altri e per l’ambiente, dello sviluppo di una coscienza civile ed ecologica, della valorizzazione della cultura.

Il Soffio di Gaia è parte integrante dell’associazione i-Gea e ha come missione la riscoperta e valorizzazione della relazione tra l’uomo e gli altri animali, in particolare il miglioramento del nostro modo di relazionarci al cane.

Sulla base di approfonditi studi, costante formazione in Zooantropologia ed esperienze sul campo, Camilla Sampietro e Flavia Seri, Facilitatori della Relazione con il Cane ad approccio Zooantropologico e Consulenti in Benessere e Qualità della Vita degli Animali Non-Umani, hanno individuato la necessità di realizzare un spazio culturale di nicchia, che in Italia non é ancora presente, per aiutare le persone, attraverso attività specifiche, ad andare oltre il convenzionale, oltre l’ordinaria visione delle cose, alla riscoperta di un legame autentico con gli Animali caratterizzato dal dialogo, da un linguaggio comune, dalla conoscenza delle rispettive culture, dalla salvaguardia dell’autenticità delle relazioni, dalla valorizzazione dell’identità e della diversità.

Il Cane, convivendo con l’Uomo da migliaia di anni ed essendo così fortemente orientato ai rapporti sociali con una specie diversa da quella a cui appartiene, rappresenta la migliore via per ritrovare quell’equilibrio ancestrale tra il mondo Animale e quello Vegetale. Il modo in cui lui vive la Natura, in cui si lascia influenzare da essa, in cui entra a farne parte in maniera autentica e profonda, può risvegliare i nostri sensi sopiti e aiutarci a ritrovare e ricostruire il vero contatto con l’ambiente naturale.

L’approccio si basa, pertanto, su attuali principi di Etica, Benessere e Qualità della Vita, fonda sui canoni della Zooantropologia e viene supportato dall’Ecoantropologia.

I percorsi da noi proposti mirano allo sviluppo di un rapporto con il Cane che sia autentico, non basato su condizionamenti o subordinazioni ma centrato sulla valorizzazione della rispettiva diversità dell’Uomo e del Cane, punto di incontro fondamentale per conoscerlo ed entrare in dialogo con lui. A partire da questa conquista, è possibile una crescita personale che conduca all’acquisizione di una coscienza ambientale che rivoluzioni, finalmente, il modo in cui l’Uomo abita il pianeta Terra.